MEMORIE DI UN VISIONARIO IRRIDUCIBILE

L'AUTORE

Avevo 8 anni quando mi regalarono la prima fotocamera, una Comet Bencini. Le prime foto le scattai a Venezia e ricordo che stavo ore davanti a quelle immagini in bianco e nero.

Da allora non ho mai smesso di fotografare.

Ne avevo 16 anni quando acquistai la prima cinepresa. Era una Kodak  a molla da 8 mm.

Si caricava a manovella, riprendeva per  alcuni secondi poi dovevi ricaricarla e quando finiva giravi  la pellicola e ricominciavi a girare.

I filmati erano senza andio. Li rivedevo su un traballante proiettore a lampadina che ogni tanto si inceppava, mangiava la pellicola e la distruggeva. Lo ricordo ancora : si fermava, la pellicola si bruciava e si rompeva. Allora spegnevo  il proiettore, recuperavo gli spezzoni  e ne incollavo i lembi recuperando un filmato che diventava sempre più corto.

Mi vedo ancora davanti a quelle immagini traballanti e sfuocate che saltavano continuamente. Ma mi piacevano lo stesso.

Nessun contrattempo mi scoraggiava a continuare  a coltivare  una passione così forte che non mi avrebbe piu' abbandonato.

Sono passati molti anni. E' arrivato l'audio, il digitale, i programmi di montaggio e correzione colore , i droni. E infine i mezzi di diffusione : Youtube, Vimeo, Facebook. Oggi fare, montare e condividere video è molto più semplice. Ma è sempre ugualmente difficile cerce di farli bene.E così continuo a fare video, con lo stesso irriducibile piacere, credo fino a quando avrò la forza di reggere la videocamera e la vista sufficente a stare davanti a un monitor a montarli.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetueRICORDARE

 

 E' il momento, sospinto anche dall'urgenza di una età che ha più passato che futuro, di raccogliere tutto  il materiale foto video, o almeno quello che il tempo non ha distrutto,  in un unico grande raccoglitore.

E' un modo di guardarsi dentro, di ripercorrere la propria vita e anche quella delle persone con cui hai interagito.

E' una traccia utile a ricordare   ma anche a permettere a qualcun altro di recuperare momenti che altrimenti andrebbero perduti.

Ho sempre temuto il tempo che passava,  le cose che cambiavano,  le persone che entravano e uscivano dalla mia vita e forse la mia passione maniacale a fare foto e video é stato il tentativo di esorcizzare questa paura.

Raccoglierli in queste pagine é il tentativo di sottrarli all'oblio del tempo e metterli a disposizione di chi avrà la voglia e il tempo di guardarli.

 

VIAGGI

Luoghi e   spazi

cherivivono attraverso le lenti dei miei obiettivi.

MEMORIA

Il  passato: le persone che non ci sono più e quelle che faticano a riconoscersi.

 

FANTASIA

Creatività e sogno, racconti di immagini e musica

STORIE

Persone e momenti che hanno stimolato la mia curiosità.

 

VILLARZILLA

Il gruppo di persone con cui condivido una parte importante della vita: i cazzeggi, il cibo, i viaggi, ma anche qualcosa di più profondo.